Commercio integrato (o concentrato)

« Back to Glossary Index

Il commercio integrato o concentrato è una forma di commercio di rete in cui tutte le aziende associate sono legalmente dipendenti. In altre parole, tutte le strutture e i punti vendita della rete sono filiali di un’unica società madre. Quest’ultima gestisce quindi interamente tutte le funzioni di vendita all’ingrosso e al dettaglio, dal produttore al consumatore finale. Ha un ufficio acquisti centrale da cui tutti i membri della rete si riforniscono. Esempi di rivenditori integrati sono Orchestra, Darty, Celio e Casino.

Il commercio integrato è oggi una strategia di marketing efficace per estendere la distribuzione di un marchio, di una gamma di prodotti o di servizi su un intero territorio. L’azienda dispone di un notevole potere d’acquisto che le consente di offrire prezzi molto competitivi. In genere esistono due categorie di commercio associato:

  • Cooperativa o commercio sociale integrato: si tratta di una partnership e non di una società di capitali. Il suo obiettivo è vendere prodotti di consumo al giusto prezzo. A tal fine, esegue tutte le funzioni intermedie,
  • commercio capitalistico integrato: si tratta di una società di capitali a puro scopo di lucro. Sono più comunemente chiamati GMS, ovvero Grandi e Medi Magazzini.