Area strategica di business (ASA)

« Back to Glossary Index

L’azienda deve effettuare una segmentazione strategica o macro-segmentazione per scoprire quali opportunità sono disponibili in un portafoglio di attività e per valutare la situazione complessiva dell’azienda. A questo proposito, l’azienda deve suddividere le proprie attività in segmenti omogenei: i ASA. L’azienda deve fare riferimento a questi per formulare efficacemente una strategia per raggiungere gli obiettivi di medio e lungo termine. A tal fine è necessaria un’analisi e una diagnosi di ciascun ASA.

Il ASA comprende diverse coppie prodotto/mercato che hanno la stessa base di clienti, la stessa tecnologia e concorrenti identificabili. Si tratta di un insieme di prodotti che hanno le stesse risorse e gli stessi concorrenti in un mercato specifico. I prodotti di un ASA possono quindi essere soggetti alla stessa strategia specifica dei prodotti di altri ASA.

Sono ora disponibili diversi strumenti per l’analisi di un ASA. Ne sono un esempio la checklist e la matrice del BCG (Boston Consulting Group). A seconda della situazione, l’azienda può rinunciare al suo impegno e quindi abbandonare il ASA. Può anche impegnarsi e fare il possibile per guadagnare quote di mercato e quindi migliorare la propria redditività. In questo caso, deve avere una liquidità significativa.

Per valutare l’importanza di un’area di attività, l’azienda deve prendere in considerazione alcuni elementi, come il fatturato o il volume delle vendite e la redditività potenziale o il tasso di profitto. È qui che entra in gioco il marketing. L’attrattività di un settore di attività si basa su due fattori chiave: l’attrattività del mercato complessivo e la competitività attuale e potenziale dell’azienda nel mercato target.