Forze competitive

« Back to Glossary Index

Forze competitive o 5 forze di Porter

È un concetto che consente alle aziende di valutare la propria posizione rispetto alla concorrenza in un mercato. Queste forze competitive determinano l’attrattiva a lungo termine di un mercato o di un segmento di mercato e influenzano la posizione di mercato di un’azienda. Rappresentano quindi una minaccia particolare per l’azienda storica.

Michael Porter sostiene che la concorrenza in un determinato mercato è governata da 5 forze distinte:

  • l’ingresso di nuovi concorrenti,
  • l’ingresso di prodotti sostitutivi,
  • il potere contrattuale dei clienti,
  • il potere contrattuale dei fornitori
  • rivalità tra i concorrenti esistenti.

L’azione di queste cinque forze dà luogo a un “gioco” competitivo il cui equilibrio dipende dall’evoluzione dell’intensità di ciascuna di esse. L’analisi di queste forze competitive fornisce alle aziende un’idea realistica del loro margine di manovra in un determinato mercato.

L’analisi delle forze strategiche di Porter prevede :

  • un’analisi della rivalità tra le aziende esistenti,
  • un’analisi delle minacce provenienti da nuovi concorrenti, tecnologie e prodotti e servizi alternativi,
  • un’analisi del potere contrattuale di fornitori e clienti.

Michael Porter propone 3 diverse strategie per assicurarsi un vantaggio competitivo a lungo termine, tenendo conto delle 5 forze competitive:

  • la strategia di dominio dei costi globali,
  • la strategia di differenziazione,
  • la strategia di concentrazione.

Per un’analisi completa e sufficiente, Michael Porter raccomanda di dividere il settore a cui appartiene un’azienda in gruppi strategici omogenei di imprese.