Metodi di campionamento

« Back to Glossary Index

Il campionamento si riferisce al processo di selezione di un gruppo di persone da intervistare in uno studio. Si tratta di sostituire gli obiettivi con un campione di persone accuratamente selezionate. Il campionamento consente di effettuare indagini su larga scala e qualsiasi tipo di studio rivolto a popolazioni di varie dimensioni.

Questo metodo ha il vantaggio di ottimizzare la gestione delle risorse e dello sforzo di indagine. I rilevatori sono meno vincolati da tempi e costi perché l’analisi viene condotta con un numero definito di persone. Per un’indagine di successo, la scelta del campione di persone da intervistare è fondamentale. La qualità dei dati ottenuti dipende in larga misura dalla qualità del campione stesso.

Inoltre, la dimensione del campione e il metodo di campionamento utilizzato devono essere registrati nel progetto e nel rapporto di indagine. Ciò consente di misurare la validità dei risultati sotto forma di intervalli di confidenza o margini di errore.

A seconda delle esigenze, attualmente esistono due principali famiglie di metodi di campionamento:
– metodi casuali o probabilistici: sono noti come campioni rappresentativi,
– metodi ragionati o non probabilistici: che sono campioni non rappresentativi.